La sparatoria di Macerata e l’antifascismo in assenza di fascismo

  E' notizia di poco fa che a Macerata un uomo ha esploso colpi di pistola su alcune persone e, prima di proseguire, riporto due articoli affinché vi possiate fare un'idea: Repubblica, Corriere della Sera. Poi, proseguendo, si può dire che ovviamente i rispettivi colori della pelle erano differenti: bianco il cowboy, neri i bersagli.... Continue Reading →

Annunci

Il COX18 e la Calusca – una frase su un muro imbrattato e le luci della città

  Stavo per andare a dormire, giuro, poi mi sono imbattuto in un vecchissimo articolo d'archivio - ogni tanto lo faccio, di spulciare gli archivi online dei giornali - e ho riletto ex-novo del giorno in cui il magnifico rettore Vago decise di far sgombrare la libreria Ex Cuem dell'Università Statale, sede di Festa del... Continue Reading →

Preferisco il mio hangover alla vostra memoria

  Giornata della Memoria. La scena si apre in piano sequenza, uomini in doppiopetto su palchi addobbati, microfoni estesi, world broadcasting. Parole chiave: mai più, barbarie, orrore, ricordare è importante, siamo la nostra memoria. BLA. BLA. BLA. e ancora BLA. BLA. BLA. Poi: applausi, strette di mano, ghirlande di fiori, cordoglio, celebrazione, saluti. Tutto questo mentre:... Continue Reading →

Assassinare John Cheever – Dope Lemon, Marinade

Siamo gli interruttori delle nostre euforie intermittenti, ho scritto ‘sta cazzata in uno status facebook e m’è venuto in mente d’attaccarcene un altro paio, così tanto per. Perché mi piaceva il concetto di interruttore, che tutti pensiamo al tasto – presente? Il clac! sul muro che, puff!, e luce fu! – però io scrivendo interruttori... Continue Reading →

Sheet Post – Scrivere Senza Carta

  Cent'anni, due minuti, un quarto d'ora, la canzone giusta. Evadere dal tempo, elastico, per congelarlo in un istante brevissimo. Ti guardo, ridi, mi guardi, ridi. Cent'anni, due minuti, un quarto d'ora. Ad inseguire ritardi temporali, ritagli momentanei, bolle di sapone da cui entri ed esci senza scoppiarle. S'impara a volare senza aver paura d'atterrare,... Continue Reading →

Chester – Shadow Of The Day

  Sono seduto davanti a questo monitor da una mezz'ora buona e sto ascoltando canzoni che non facevo suonare da un bel pezzo in camera mia. Sono dovuto andare a riprenderle, quasi ad inseguirle, con uno strano senso d'urgenza addosso, quasi che qualcosa mi stesse scivolando via dalle mani. In questa mezz'oretta di ascolto spasmodico,... Continue Reading →

Aldro – Lettera D’Amore

Ciao. Acceso, spento, pieno e vuoto. Entri in casa, pomeriggio, telegiornale, omicidio. Entri in casa, pomeriggio, telegiornale, pugni stretti. Ciao. Poca aria, tutto buio. Un concerto, un botto allucinante, birra per terra, sopracciglioni incazzati. Scusa, ma va figurati, te la ripago, grazie. Ciao. Te l'eri cercata, ricordi? Avevi un cuscino sotto la testa, ricordi? Avrai... Continue Reading →

Love’s an Hamburger – ABAY, “1997 (Exit A)”

  C'è una strana poesia nel fuoco, una distruzione decadente che conferisce alle fiamme un fascino interamente romantico. E ci sono coppie che prendono in pieno questo romanticismo prorompente, questo decadentismo dolce e si accoppiano sul balcone, con sotto la rivolta, la strada distrutta, le cariche della polizia e le barricate dei ragazzi. Come se... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

Giuda is Carioca

A buon intenditore / poche storie

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Ophelia Eden

Welcome to the fu****g madness.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

Gravidanza, vita da mamma, idee per bambini

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

EN TRADUISANT TRANSLATION

Parlava di traduzione. Poi ha iniziato a straparlare di tutto.