Life is for livin’ (T. Armstrong)

capodanno_prova

Non sapevo cosa avrei trovato, quando ho iniziato questo viaggio.
Avevo uno zaino, un bagaglio piccolo e ristretto, una maglietta e un paio di scarpe. Non avevo la minima idea di dove stessi andando.
Ora di zaini ne ho tre. La maglietta l’ho cambiata a un certo punto, ché quella di prima mi andava stretta. Le scarpe, invece, sono sempre loro. Sempre le stesse. Lise, consunte, consumate, vecchie ma bellissime, insostituibili, uniche. Le uniche scarpe nelle quali cammini comodo.
Da Livorno a Firenze, da Pisa  a Pistoia, da Roma a Bologna, da Genova  a Torino quanta strada che è stata fatta. Quanti acquazzoni. Quanta grandine. Quanti baci. Sbronze. Risse. Litigate. Lavori finiti male, finiti bene, mai pagati, pagati troppo poco, pagati degnamente.
Purtroppo non tengo diari, la memoria è quella che è. Va a sprazzi, a momenti.
Ricordo San Frediano, camminare mano nella mano. Milano-Livorno durante la notte per andare da Gigi a far colazione coi bomboloni alla crema. Il motore fuso a Capo Strada e scoprire che a Pistoia di meccanici ce n’è veramente pochi. Tirare vecchi tappi nel mare dal Porto Vecchio, aspettando l’alba, parlando del più e del meno, finendo un pacchetto di sigarette.

Ma non è nemmeno questo.
Ricordo voi, i volti non li dimentico mai. Sorridenti, lacrimanti, deformati dal dolore, stortati dalla gioia, luminosi, cupi, solari, con la pioggia dentro.
Bocche ubriache in urli contro il cielo, labbra morbide in baci furtivi, mani forti in abbracci fraterni, occhi fermi nel momento del bisogno, spalle larghe per dividere dei pesi.
Legami spezzati, legami logorati, legami esistenti. Legami.

E, poi, un pomeriggio spulci il tuo hard disk e trovi foto, filmati, lettere, videomessaggi.
E ti dici: sono arrivato fin qui.
E ti commuovi.
Metti la canzone giusta, accendi una sigaretta, sorridi.

Vivere può essere una meravigliosa avventura.

 

TimTimebomb “Life is for living”

 

Annunci

8 thoughts on “Life is for livin’ (T. Armstrong)

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

...quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo!

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

M for Maverick

Yesterday is history, tomorrow is a mistery.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: