Volete sentirvi speciali?

Volete sentirvi speciali?
Bene, uscite di casa, fate le cose, incontrate persone.

Smettetela di vivere a risparmio emotivo, smettetela di aspettare che qualcuno vi dia qualcosa, prima di mettervi in gioco.
Siate proattivi, siate propositivi, siate reali.

Inseritevi in una rete di relazioni sociali che abbiano un contenuto, uno scambio che non si basi solo su cosa ho fatto oggi.
Costruitevi rapporti in cui vi è una condivisione reale di quello che siete, di ciò che provate, di cosa sentite.
Smettetela di aspettare che la felicità arrivi all’improvviso, entrando dalla finestra per magia.
La felicità egoriferita, personale, singola non esiste. La felicità esiste solo nella condivisione. La felicità esiste solo se condivisa.

Basta con le frasi del cazzo prese da Tumblr, scritte solo per mitigare la frustrante consapevolezza d’essere, fondamentalmente, soli e insoddisfatti.
Non volete essere soli e insoddisfatti?
Mettetevi in gioco, datevi alle persone, dite le cose, parlate, scambiate idee, proponete iniziative, raccontate i vostri sogni.

Perché non siete le scarpe che indossate, i vestiti che comprate, la macchina che guidate, il lavoro che fate.
Non siete le vostre merdosissime vacanze in posti esotici e di moda, dove non vivi una sega delle usanze locali, fai laute colazioni occidentali in resort, però ehi, sono stato dall’altra parte del mondo.
Non siete nemmeno la casa che avete, il cellulare col quale telefonate, i soldi che avete in tasca.

Siete i libri che avete letto, i film che avete visto, le idee che avete, le ipotesi che vi costruite, i discorsi che volete fare, i sogni che fate, le storie che raccontate, i giorni e le notti che avete vissuto.

Non pensate di meritarvi qualcosa che vada oltre lo squallido ripetersi di acquisti, cronistorie di giornate lavorative, commenti estemporanei sul nulla?

Volete sentirvi speciali?
Bene, allora siate vivi per davvero.
Altrimenti, mi spiace, meglio che la smettiate di desiderare certe cose.
E’ speciale solo chi ha qualcosa di speciale da dire – siamo fatti di parole -.
E’ inutile desiderare qualcosa che non si prova nemmeno ad essere.

 

Ed.

Annunci

9 thoughts on “Volete sentirvi speciali?

Add yours

    1. Percepito dagli altri o da te stesso?

      (A me piace il motto “da vicino nessuno è normale”. Quando percepisco qualcuno come normale, significa che non trovo nulla di interessante in quel qualcuno. Non fosse altro per il fatto che la normalità è prevedibile)

      Liked by 1 persona

      1. Non so, ti dico, s’inculino, no?
        Se ti percepiscono come non normale, è perché ti vedono diverso da loro e, per chi è abituato all’indentico che si ripete all’infinito, questa cosa destabilizza.
        Quindi, forse, per normale s’intende conforme. Ma a cosa?
        Sticazzi! 🙂

        Liked by 1 persona

  1. Amo leggere, fotografare, tirare tardi a chiacchierare davanti a una birra, i viaggi itineranti e il mare vissuto dal lato del mare, sopra e sotto, e sto rivoluzionando la mia vita cercando di traferirmi da sola a 500km da casa mia. Tutto questo non mi fa sentire speciale, non sono né la prima né l’ultima ad aver fatto cose del genere.
    Però mi sento viva. Sento che il mio tempo me lo sto godendo e non è perso.
    E bentornato, è sempre un piacere leggerti.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

...quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo!

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

ZID INFORMACIJE

Un ritmo intrecciato e spontaneo di storie e realtà

M for Maverick

Yesterday is history, tomorrow is a mistery.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: