Probabilmente sono stronzo

_DSC4263

 

Oggi non ho voglia di fare una sega.
Talmente poca voglia che riciclo anche vecchie foto di repertorio, già usate, già viste, già odiate.
Mi fa strippare sta cosa che ho foto che mi piacciono, ma che si rifanno a periodi che – certo, mentre li vivevo erano una figata – non ho troppo piacere di ricordare.

Le merdate che ti fa la gente.
L’egoismo delle persone che ti danno per scontato.
L’egoriferimento delle persone che mettono i loro bisogni davanti a tutto e ogni frase finisce con un grazie, sei fantastico e poi, ogni volta, tu non hai modo di dirlo. Semplicemente perché non te ne viene data occasione.
Questo parcheggiare i sentimenti in una zona di scontatezza.

Odio che il fantastico esista solo finché le persone non hanno la certezza che tu ci sia.
Odio il fatto che le persone abbiano questa certezza.
Odio il bisogno di sicurezza delle persone, che cercano conferme, che chiedono presenza, che si concentrano talmente tanto sull’ottenere da scordarsi poi di vivere.
Odio, ma forse sarebbe corretto dire l’ho odiato.
Non lo so.

La verità è che ci piacerebbe tanto sapere qualcosa, ma la realtà è che non sappiamo un cazzo, né potremo mai saperlo e questa cosa ci fa strippare, e invece dovrebbe rassicurarci: ci permetterebbe, cristo santo, di stupirci di qualcosa, di tanto in tanto.

A me non me ne importa nulla di come finiscono le storie, io guardo lo sviluppo, la trama, il contenuto. Senza questi tre elementi, cosa mai me ne può importare del finale?
Se la storia è scontata, un finale fantastico non elimina questa scontatezza.

Ma forse sono stronzo io, che credo ancora che possa esistere qualcosa di alternativo allo squallido bastarsi, al divano e al plaid, all’andare a letto presto perché si deve lavorare e tutte quelle altre stronzate che rendono le coppie che vedo, fondamentalmente, delle associazioni per la non-vita.

Sono stronzo io, che oltre la mia giornata prestabilita e ordinaria, riesco ad avere anche altre immagini, a conservare un po’ di fantasia, a voler inseguire gli spiritelli che vivono alla fine della notte, parlare di libri, di film, di scrivere libri e film che non vedranno mai la luce – così, per gioco – e anche se sono stanco riesco a non permettermi di addormentarmi, riesco a sconfiggere il bastardo sonno, se c’è qualcosa di valido da vivere – e c’è sempre qualcosa di valido, per me -.

Sono stronzo, perché sono presuntuoso.
E presumo che la gente potrebbe avere molto di più dalla propria vita e, invece, si accontenta delle briciole.

E non è triste, questa cosa?
Triste come me.
Come questa foto.
Come tutte le cose che potrebbero esistere e invece non ci sono.

Annunci

7 thoughts on “Probabilmente sono stronzo

Add yours

  1. E che ne dici del “non leggerlo, non guardarlo, tanto finisce male”??? A me fa incazzare come una iena digiuna e con l’emicrania! Ma se è bello, se mi ha dato emozioni, se mi ha fatto sentire viva, ma che cazzo mi frega se finisce male?? Forse sono stronza anch’io e tu comunque quando scrivi così sei fantastico!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

A Place For My Head

La vita è una commedia per coloro che pensano e una tragedia per coloro che sentono.

Giuda is Carioca

A buon intenditore / poche storie

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

...quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo!

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: