Gli scantinati di South Boston, parte prima

THE WAY, WAY BACK

 

Mi piace la musica che puzza di scantinato di South Boston, e non posso farci niente.
Penso sia indole, una specie di predestinazione.
Il Punk non è stato una scelta, più una folgorazione: un giorno, non mi ricordo chi, fece suonare nello stereo kill the poor dei dead kennedys e nacque il mio amore sconfinato per questo modo insensibile di esprimere sentimenti.

Che, poi, il problema risiede tutto lì: le persone sentono urlare, sentono questo gran rumore e pensano che la musica non voglia dire niente.
Ascoltatevi Radio dei RancidStory of my life dei Social Distortion o, che cazzo ne so, Herojuana dei NOFX e poi ne riparliamo.
Ascoltatevi Il peso del cielo degli SkruignersTi ricordi degli Erode, e poi ne riparliamo.

Mi piace la musica che non dà spazio a melensaggini, compatimenti o malinconie.
Non ho mai sopportato le persone che si piangono addosso, né quelli che cercano canzoni tristi per ridursi degli stracci e stare ancora più male.
Cristo santo, io La canzone dell’amore perduto di De André, veramente.

Che poi ti guardi intorno e vedi tutte queste persone disperate, non si sa per cosa, che sembrano godere nel loro crogiolarsi e cuocere nel dolore a fuoco lento.
E io, cazzo, sono un bambino asociale seduto sulla sabbia. Queste cose mi fanno venire il nervoso.

Premo un tasto, il piatto dello stereo viene verso di me.
Cd nero, Rancid2000, traccia 14: Radio Havana.
Viene giù tutto, crollano le pareti e io sto meglio.
Si chiama catarsi, cazzo.

[The Wonder Years “I don’t like who I was then”]

Annunci

8 thoughts on “Gli scantinati di South Boston, parte prima

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

Giuda is Carioca

A buon intenditore / poche storie

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

Gravidanza, vita da mamma, idee per bambini

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

EN TRADUISANT TRANSLATION

Parlava di traduzione. Poi ha iniziato a straparlare di tutto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: