Gli scantinati di South Boston, parte prima

THE WAY, WAY BACK

 

Mi piace la musica che puzza di scantinato di South Boston, e non posso farci niente.
Penso sia indole, una specie di predestinazione.
Il Punk non è stato una scelta, più una folgorazione: un giorno, non mi ricordo chi, fece suonare nello stereo kill the poor dei dead kennedys e nacque il mio amore sconfinato per questo modo insensibile di esprimere sentimenti.

Che, poi, il problema risiede tutto lì: le persone sentono urlare, sentono questo gran rumore e pensano che la musica non voglia dire niente.
Ascoltatevi Radio dei RancidStory of my life dei Social Distortion o, che cazzo ne so, Herojuana dei NOFX e poi ne riparliamo.
Ascoltatevi Il peso del cielo degli SkruignersTi ricordi degli Erode, e poi ne riparliamo.

Mi piace la musica che non dà spazio a melensaggini, compatimenti o malinconie.
Non ho mai sopportato le persone che si piangono addosso, né quelli che cercano canzoni tristi per ridursi degli stracci e stare ancora più male.
Cristo santo, io La canzone dell’amore perduto di De André, veramente.

Che poi ti guardi intorno e vedi tutte queste persone disperate, non si sa per cosa, che sembrano godere nel loro crogiolarsi e cuocere nel dolore a fuoco lento.
E io, cazzo, sono un bambino asociale seduto sulla sabbia. Queste cose mi fanno venire il nervoso.

Premo un tasto, il piatto dello stereo viene verso di me.
Cd nero, Rancid2000, traccia 14: Radio Havana.
Viene giù tutto, crollano le pareti e io sto meglio.
Si chiama catarsi, cazzo.

[The Wonder Years “I don’t like who I was then”]

Annunci

8 thoughts on “Gli scantinati di South Boston, parte prima

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

A Place For My Head

La vita è una commedia per coloro che pensano e una tragedia per coloro che sentono.

Giuda is Carioca

A buon intenditore / poche storie

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

...quelle che se arriva sera ed è ancora vivo è già un successo!

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: