La notte del 1959 nella campagna del Wisconsin


Si muovono su piste di luce che non si esaurisce mai.

E ti immagini eserciti di lucciole, piccoli puntini bianchi a mezz’aria, e tutto intorno il buio e la campagna del Wisconsin e senti il motore ribollire, le ruote che macinano l’asfalto e davanti la strada, lunghe righe bianche, illuminata dai fari nella notte. L’aria che entra dal finestrino, fruscio del vento e della velocità, la mano sinistra che tiene il volante, la destra che accarezza il mento, scompiglia la barba. E poi le stelle, che sembra che le lucciole si specchino nel cielo, e il silenzio vuoto da ogni parte, il nulla, nessun altro. E, sporgendo leggermente la testa dal finestrino, aria fredda che corre sul viso, respirando a pieni polmoni, è in questo momento che ti guardo e vedo anche me e poi vedo noi e tutto intorno, la vastità che si espande in ogni direzione. Ed è in quest’attimo che è possibile realizzare cosa sia la vita, rendersi conto che siamo vivi in questo momento, chiudere gli occhi e percepire il sangue che fluisce nel corpo. Nel nulla, con le lucciole a mezz’aria che riflettono le stelle, nel vuoto silenzio, mentre la macchina, verso il buio, percorre una strada la cui destinazione, ora, non è troppo importante. Perché siamo in questo momento, fuori dallo spazio, fuori dal tempo, ed è proprio per questo che, lo so, ci arriveremo. A destinazione, intendo, vivi al punto da poter vivere la vita. Che, in fondo, è l’unica cosa che conta o, almeno, così piace credere a me.

[This Will Destroy You “They Move On Tracks Of Never Ending Light”]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

A Place For My Head

C'è chi si gode la vita,c'è chi la soffre,invece noi la combattiamo.

Giuda is Carioca

A buon intenditore / poche storie

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

#See What I See

"Nessuno è te. questo è il tuo potere" E questa sono io.

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

Karashò

Autori Artigiani dal 2016

Day Off Londra

pensieri,parole,opere,omissioni di un cervello in fuga..

m3mango

Se vieni, è il miglior apprezzamento.

Mamma for dummies

Gravidanza, vita da mamma, idee per bambini

Novelle Ignoranti

Giornalismo, politica, musica, arte, letteratura, storia, cinematografia, varie ed eventuali.

Ed Felson

Scusate, richiamo dopo.

UN PESCO IN FORNO

Appunti di controcultura queer & femminista

Travelling With Earphones

Listening to music makes your life better

gatt(A) randagi(A)

(non tutte le streghe sono state bruciate!)

EN TRADUISANT TRANSLATION

Parlava di traduzione. Poi ha iniziato a straparlare di tutto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: